Proiettili a Salve #Convivenza

Avete chiesto nuovi articoli e uno è arrivato. Purtroppo per voi non è una presa in giro, ma un piccolo scritto di riflessioni che ho maturato io stessa nel corso di questi ultimi giorni a seguito di cose successe sul forum e nella vita al di fuori di esso.
Rispolvero una vecchia rubrica famosa per il suo acidume nella speranza che leggendola, qualcuno possa farsi un esame di coscienza, salvo poi tornare sui suoi passi e puntarmi il dito contro per gli anni in cui criticavo palesemente il forum e gli errori della Beemov.

Ecco, partiamo proprio dal presupposto che se ora tutte quante possono permettersi di dire la loro su Dolce Flirt è perché anni fa io e poche altre persone ci siamo prese insulti su insulti da qualunque fronte possibile, che fossero dalla moderazione, dall’aiuto-moderazione e dalle utenti stesse.
Io non sono certo un esempio di correttezza e pace&amore, ma so di cosa sto parlando e mi permetto, ancora una volta, di dire la mia aspettando che -come sempre- il flame arrivi da me.

Ho intitolato questo articolo “Convivenza” perché, come ho già detto poche righe più in su, sono arrivata a vedere gli eventi accaduti sul forum in un’ottica leggermente diversa grazie alle chiacchiere con un’amica totalmente esterna al sito e alle vicende che in esse accadono, ma dal momento che non siamo qui a gingillare sulle vite altrui, non farò riferimento a lei né alla sua situazione se non per portare alla luce ciò che succede nel mondo virtuale, con un paragone molto più concreto.
Sì, perché quando si parla di forum pensiamo ad una pagina digitale in 2D in cui ciò che leggiamo o scriviamo resta lì, senza peso e senza scopo. Ma la verità è che quella pagina 2D fa anch’essa parte della realtà che vive ognuna di noi. Che sia la Sala Giochi, l’Attualità, la sezione delle storie che andiamo a leggere per sentirci meglio; ogni cosa che leggiamo in quel forum ha potenzialmente potere sulle nostre vite di tutti i giorni, come un volantino che leggiamo sulle bacheche delle stazioni o degli uffici pubblici.
Contattiamo amiche, sfoghiamo stress e frustrazioni, ridiamo, scherziamo, giochiamo e ci rilassiamo. Abbandoniamo su quelle pagine una parte di noi e con essa dei sentimenti che si trasmettono a chi ci legge. Perché quei sentimenti che lasciamo scorrere attraverso le nostre parole, che siano gioia o frustrazione, non rimangono chiusi tra quelle lettere, ma escono e vanno a collidere coi sentimenti di altre persone. Questa, in pratica, è una convivenza digitale.
Ehi ciao! Tutto bene?
Non ci sentiamo da un po’! Come va la scuola?
Ti sei ripresa dall’influenza?
Ommioddio, dovresti vedere che carino si è fatto il mio cucciolone! Ormai ha un anno ed è bellissimo!
Questi sono solo esempi banali che mi sono saltati alla mente nello scrivere questo articolo, ma pensate bene alle conversazioni che ogni giorno avete con le altre utenti. Cosa cambia da quelle che avete con un’amica o una compagna di scuola?
No, non voglio sapere se avete dei compagni di classe odiosi con cui non riuscite ad avere un dialogo striminzito, ma pensate a situazioni ipotetiche, se non ne avete di reali da confrontare.
Nella realtà di oggi in cui, anche stando vicini, ci si affida ad un mezzo come internet per comunicare -passi Whatsapp, Telegram, Messenger, etc- non esistono più barriere di spazio a causa delle quali tendiamo a non considerare amiche persone che abitano dall’altra parte dell’Italia o in altre parti del mondo.
Ormai è ovvio che siamo in un’era amalgamata con la tecnologia; ne siamo dipendenti sotto vari aspetti e punti di vista. Ma se è così, allora perché tendiamo a non dar peso a ciò che succede in comunità virtuali quali le realtà dei forum?
Parliamo tanto di amicizie, ma nel momento in cui questo rapporto si spezza lo si da in pasto alla massa -che per definizione è ignorante- in attesa di un giudizio di molti che apriranno bocca non sapendo nemmeno su cosa si stanno esprimendo. Con l’avvento di Facebook è diventata una pratica assai comune e meschina, ma quanti, se c’erano e si ricordano, avrebbero fatto qualcosa di simile senza un social network? Scendere in strada e dire a chi incontri che la tua migliore amica ti ha soffiato il ragazzo e si merita solo degli appellativi non proprio gentili.
Pensateci bene; lo fareste?
Ovviamente no, perché dovreste metterci la faccia, e nel momento in cui la realtà delle cose dovesse prendere un altro corso rischiereste di farci una brutta figura.
Ma se la faccia non ce la mettete, allora chi vi impedisce di far girare la voce o il messaggio che “quella là” è una viscida serpe buona solo a cattar su regali, o che “quell’altra lì, l’amica della Gina” è una poco di buono che ha avuto quello che si meritava?

Siamo davvero diventate tutte così emozionalmente stupide da aver abbandonato ogni sorta di empatia solo perché sui social e nei contesti digitali se spegniamo il computer o il cellulare è come se non esistessero? Siamo davvero diventate così meschine da riuscire a spiattellare in faccia a gente che non conosciamo -e magari pure disinteressata- la vita di chi poi, poche righe sotto, osiamo definire “amica” solo per farle perdere credibilità?
Missy oggi ha scritto una bella cosa, seppur banale agli occhi di chi è arrogante e supponente.
“Ognuna di noi ha fatto errori in passato” e coprirsi la bocca di belle parole non impedirà alla puzza di merda di uscire. E’ inutile che ci ergiamo a paladine della giustizia se la cosa va a discapito non di un nick, ma della vita di una persona. Perché sottolineare quanto una ragazzina dovrebbe essere o meno insultata non rientra più nella sfera del comportamento socialmente accettabile, ma in quella delle merde umane. E non scusatemi il francesismo perché non esiste altro termine per definirle.
Io per anni sono stata la prima a partecipare e alimentare flame, ma finché si rimane sul commento scritto è un conto; nel momento in cui si spiattellano informazioni private confessate in via ancor più privata ad una persona di cui pensavi di poterti fidare, allora viene a mancare un tassello fondamentale di quella che dovrebbe essere l’amicizia, passata o presente che sia.
Non si rimane amiche per tutta la vita, o comunque non si rimane mai in contatto per tutti i giorni, costantemente. E’ normale che i rapporti si sfaldino o si allentino, è nella normalità delle cose. Si litiga, ci si lascia in malo modo, ma davvero siamo arrivate al punto in cui è normale sputtanare qualcuno tirando fuori vita morte e miracoli di una persona solo per farla passare in cattiva luce su un gioco online?
Scusate, ma proprio perché per anni ho fatto parte di questi meccanismi, non riesco a capacitarmi della bassezza che si è raggiunta. Sbagliare è umano, io stessa l’ho fatto innumerevoli volte, mi sono presa le mie responsabilità con annesse sgridate, umiliazioni e via dicendo, quindi evitate di puntare il dito contro di me per avvalorare le vostre tesi -sì, so che arriverete a fare le pagliacce anche qui ora che il topic è chiuso-, ma umiliare è davvero diabolico.

E come ultima considerazione, ma non meno importante.
La mia libertà finisce quando inizia quella degli altri“.
Per un fattore di educazione e di rispetto verso chiunque abbiamo davanti, sarebbe bene tenerlo a mente.
Perché nel momento in cui dici “Sei una deficiente, ma non puoi criticarmi o darmi della maleducata perché questa è la mia opinione” i casi sono due:
– Sei pronta ad accettare in modo anche brutale le opinioni altrui,
– Sei una maleducata e supponente testa di cazzo che pensa di essere superiore agli altri per motivi non ben specificati e che quindi può esprimere ogni pensiero senza filtro anche se questo va a ledere, mortificare, umiliare e offendere un’altra persona. E molto spesso lo si fa con l’intenzione di farlo.

 

E ora chiudo questo articolo, sperando che molte di voi si offendano rileggendosi in queste righe. In quel caso, sì, sto parlando proprio di te! E sappi che molta gente penserà esattamente a te, senza nemmeno il bisogno di scrivere un nick che sia uno!
(Quindi chiedo cortesemente di non taggare, nominare o fare riferimenti di alcun genere a nick, grazie!)
Per chi invece non dovesse cogliere degli atteggiamenti conosciuti, meglio. Prendete questo articolo come uno spunto per non dover essere un utente molesto in una comunità che ne ha già troppi.

Ricordatevi che il forum è come una casa. Anche se spegni tutto, alla fine ci ritorni. Ed è brutto convivere con chi non ha il minimo rispetto per te e per gli altri.

 

Love&Peace [cit.]

 

Precedente Cinque Curiosità su Dolce Flirt che SICURAMENTE non sapevi Successivo Nuove #CuriositàCuriose su Dolce Flirt che non indovinereste mai

10 thoughts on “Proiettili a Salve #Convivenza

  1. FiorellaJ il said:

    Che bello riveder aggiornato questo spazio.

    In certi casi il concetto di amicizia viene posto ad un livello di esaltazione estrema e morbosa che il rapporto diventa surreale.
    Bisogna essere amiche a tal punto che bisogna essere d’accordo su tutto, stare a braccetto 24/7 e se una persona non è d’accordo con la tua amicah, bisogna affilare le lame e cavalcare in battaglia in difesa.
    Se per un minimo di buon senso ed umanità, rompi il cerchio “perfetto”, tutto finisce.
    Una situazione angosciante che ho visto sia nella vita reale che in quello virtuale.

    Per questa ragione, non mi stupisco quando sento di ex amiche buttate nell’arena alla mercé della folla.
    Il problema è che, spesso, queste fantomatiche persone che sputtanano le ex amiche, sono convinte di essere dalla parte del giusto.
    “Lei mi ha tradito, lei non ha più scritto, lei non mi ha difeso a spada tratta, lei qua , lei là” ed ecco che scatta la “punizione” e tutte le belle parole ed i valori vengono dimenticati e buttati nel cesso.

    E’ una bassezza che contraddistingue le persone insicure ed appunto di merda che poi si meravigliano se si ritrovano da sole.

    La libertà di espressione e giudizio è stata stuprata fino a far credere, stupidamente, che è lecito dire tutto.L’asino casca, quando ci si dimentica le buone norme di educazione ed il rispetto verso gli altri.

    Bell’articolo Gozaru!

  2. babukira il said:

    Premessa: penso di far parte delle utenti “vecchie” di dolce flirt, essendo del ’94 (quindi, credo, fuori dal target pensato per il gioco)

    Dopo la premessa parto col commento. Sinceramente non sono una assidua frequentatrice del forum, anzi credo di aver scritto massimo tre volte, per problemi relativi a bug e simili, quindi non ho la più pallida idea di tutto ciò a cui si riferisce questo post XD In ogni caso, sempre considerando che le altre utenti siano più giovani di me, mi stupisce molto leggere che ci sia così tanta cattiveria e stupidità messe insieme… Personalmente porto da sempre avanti l’idea del “tratta il prossimo come vorresti essere trattato te” e di conseguenza ho sempre cercato di comportarmi in modo corretto con tutti. Forse sarò ingenua io o… non lo so! Sta di fatto che mi rattrista sempre un po’ vedere, o venire a sapere, che: viva le pugnalate alle spalle!

    Non so, però mi sembra veramente troppo meschino un comportamento come quello che hai descritto e mi chiedo come ci si possa poi ancora guardare allo specchio, senza esserne schifate…

    Detto ciò, ottimo post! Complimenti!

  3. lonelygirl il said:

    Gozaru, sono felice di poter aprire questo sito e trovare sempre un angolo di pulizia, intelligenza e sana buona educazione. Io francamente stavolta di parole non ne ho, nemmeno per esprimere il senso di nausea e di vergogna che mi pervadono quando leggo certi post in quel forum. Ma si può vendere così la propria dignità, dimostrando che le uniche armi che si posseggono sono cattiveria, ignoranza, volgarità? Da “chi esprime la propria opinione”, insultando con arroganza gli altri e argomentando pure i propri insulti, a chi “rispetta sul serio la privacy”, sbandierando ai quattro venti cose che mai sono state pubblicate (e quindi chissà come fanno a sapere) con squallide allusioni, nessuno risulta migliore di un altro. Gli errori li commettiamo tutti, la decenza la conservano in pochi. Grazie per questo articolo e complimenti come sempre.

  4. Sureka il said:

    E’ evidente che nel post si parla di MetalKiddo e va bene ma delle altre dolcette che Missy stessa ha contattato privatamente non ne parlate e sinceramente mi sembra un post per spalleggiare una dolcetta che non ne ha bisogno dato che l’abbiamo capito tutti che sarà una delle nuove moderatrici e già questa è una sua vincita.

    Ciao!

    • Gozaru, Il MalignoGozaru, Il Maligno il said:

      Guarda, in tutta sincerità non ho mai pensato che Kiddo potesse aver bisogno di spalleggiamenti vari e in ancora più onestà non l’ho scritto né per lei -nonostante siamo state amiche- nello specifico né per difendere nessuno in modo vago.
      L’ho fatto perché, proprio come ho scritto, mi fa davvero schifo il completamento che si è venuto a creare sul forum negli ultimi tempi.
      Appunto perché io sono stata sempre additata come “Flamer” e in virtù di questo mi sono sempre dovuta sorbire insulti gratuiti, penso che ora si sia davvero passato il segno. Un conto è davvero discutere anche animatamente su qualcosa, un altro è insultare una persona solo per uno sfogo personale e perché ti sta sulle balle il suo comportamento. Non esiste che si arrivi alle minacce perché si sfocia nel cyber bullismo e non si può mascherarlo da opinione.
      Io per prima sono stata minacciata di denuncia per un commento poco gentile su un commento e un utente e, per carità, ammetto di essere stata scortese, ma non ho mai divulgato informazioni personali come invece sta succedendo ora. Però, capisci, ora che un’azione legale sarebbe anche fattibile e legittima si arriva sempre a giustificare questi comportamenti per uno sbaglio passato.

      Prendiamo appunto Metalkiddo, perché l’hai citata. Ok, ha sbagliato. Ha sbagliato svariate volte, ma questo quindi giustifica un accanimento mortificante e personale nei suoi confronti? Secondo me no. E non perché si tratta di una ragazza con cui ho avuto parecchia confidenza, bensì perché di persona si tratta.
      Avrei scritto comunque l’articolo se nel mirino ci fossi stata tu o un’altra dolcetta a caso. (Già una volta, comunque, scrissi un intervento su dei flame assurdi in difesa di una dolcetta con cui non avevo mai interagito)
      Poi, oh, sei libera di pensare che io difenda la mia amyketta, ma chi legge questo blog, anche senza conoscermi più intimamente, sa che se c’è da dire, dico. Quindi se non “dico”/specifico è perché proprio non è il caso né mi interessa. Come se le dolcette/persone nell’occhio di un ciclone avessero bisogno di altre attenzioni puntate contro, positive o negative che siano.

  5. FiorellaJ il said:

    Ho dato una letta di quanto sta accadendo nel forum ed è il delirio: il rapporto con l’admin si è rotto inesorabilmente, membri che vanno avanti con messaggi alla “Tu-sai-chi” e “Tu-sai-cosa-hai-fatto” che pare una mezza citazione di Harry Potter e “I know what you did last summer”.

    Mi sono tolta una curiosità ed ho contattato il supporto della Beemov chiedendo un intervento esterno a questa situazione, visto che siamo arrivati al punto che qualsiasi cosa dice Missy non viene data credito e gli altri membri lamentano ingiustizie e malcontenti vari.
    Al 90% manco mi risponderanno, ma chissà che non avvenga il miracolo e risolvono la situazione una volta per tutte.

    • Gozaru, Il MalignoGozaru, Il Maligno il said:

      Mh, non so quanto questa manovra possa effettivamente avere un effetto positivo sulla questione scoppiata nel forum.
      Purtroppo il Supporto Beemov è gestito da Missy, come mi pare abbia anche recentemente scritto lei stessa.
      Almeno, io ho sempre ricevuto risposta da lei quindi penso che sia come ribadirle il concetto che le cose non vadano.
      Non che sia stata una brutta mossa. Anzi, almeno c’è qualcuno che sta facendo qualcosa e hai il mio ‘Grazie’ più sincero, ma ho paura che Missy non voglia o non possa fare più di quanto non stia facendo.
      A meno che tu non abbia scritto direttamente all’indirizzo dell’azienza. Che comunque passa sotto lo sguardo di Missy, sempre, perché mi pare sia l’unica addetta alle traduzioni in italiano. Boh.
      Io spero solo che si riesca a raggiungere qualche risultato. Tipo una nevicata di ban in pieno Marzo.

      • FiorellaJ il said:

        Ah ok non lo sapevo.
        Quel giorno ho scritto in inglese a [email protected] e, circa due ore più tardi, mi ha risposto un/una tale Maëlle sempre in inglese.
        Ovviamente niente di che come risposta, le solite cortesie di rito: “Il supporto italiano e l’admin italiano stanno lavorando duramente per risolvere i problemi. Grazie per la pazienza etc etc Beemov Team”.
        Come dici tu, magari era MIssy.

        Un intervento esterno servirebbe (anzi, serviva dato l’attuale silenzio del forum) visto che Missy è stata messa in una posizione dove persino le ex moderatrici mettono in dubbio la sua credibilità come admin, cosa che non era mai successa fino adesso (a meno che non mi sono persa qualcosa xD).
        Ad ogni modo Beemov se ne frega di situazioni del genere (ormai sono convinta che alcuni team sono abbandonati a loro stessi) ed è normale,supponendo che non è stata Missy a rispondermi, che non diano retta a me che sembro (anzi sono) la portinaia ficcanaso della situazione. L’opinione di chi si è lamentato, avrebbe avuto un altro peso.

        Ora nel forum c’è calma piatta, forse hai azzeccato la previsione di nevicate abbondanti di ban.

  6. Hiromi. il said:

    Ho letto l’articolo e per la prima volta -rispetto alle precedenti- non ne sapevo nulla. Questo perché dopo 4 anni sto entrando sempre di meno su DF -sono approdata su Eldarya *coff*-, al massimo gioco a Flower Pawer ma poi finisce lì. Non frequento il forum da molto, a parte commenti poco rilevanti.
    Non posso dire molto visto che appunto non ho la minima idea di cosa sia successo, però le tue parole oltre che davvero belle sono anche veritiere e chiunque dovrebbe ragionarci, anche chi non centra niente in tutto ciò. Purtroppo è davvero una cosa brutta, anche se un’amicizia finisce magari non significa che ci si possa permettere di fare certe cose. Oltre al fatto che di mio penso che la vendetta non abbia molto senso, io non mi permetterei mai di fare una cosa simile. E’ davvero una cosa triste…
    Magari dopo aver letto sul forum avrò un’idea un po’ più chiara.
    Spero solo che faranno qualcosa, perché boh, già leggendo l’articolo sono senza parole.

  7. Io come Hiromi non ne ho saputo niente di cio che è successo nel forum e chi ne ha partecipato.
    Di flame non ne sono mai stata parte ma mi sono ritrovata in una solo delle tue righe Gozaru: “Umiliare è diabolico”.
    Ricordo di aver umiliato numerose volte una ragazza per vendetta, sono stata meschina solo per vendetta
    e non vidi piu la ragazza da allora.
    Ci siamo ritrovate solo dopo 2 anni e non riesco piu a guardarla in faccia.
    Dopo questo articolo ho capito che sono scesa troppo in basso, grazie per averlo scritto.

I commenti sono chiusi.